Isole Egadi

Isole Egadi
Isole Egadi
 ARRIVO
   PARTENZA
 
Prenotazioni last minute Hotel scontati a Egadi Crociere
Isole Egadi
Le Isole Egadi sono un arcipelago composto di tre isole principali e due minori poste di fronte alla costa occidentale della Sicilia.
Le acque limpide e le coste affascinanti, i piccoli rilievi, le baie, le grotte, e poi il particolare richiamo della tonnara (una delle poche superstiti al mondo), fanno delle Egadi una apprezzata meta turistica e balneare.

Dal punto di vista geologico le isole Egadi sono strettamente collegate con la Sicilia; l'arcipelago, di 37,45 km² è formato dalle isole Favignana, Marettimo, Levanzo e due altre minori, poco piu' che scogli di nome Formica e Lampione. fanno parte del comune di Favignana, provincia di Trapani. Il clima è estremamente mite nei mesi invernali e presenta lunghe estati calde e soleggiate. La minima temperatura invernale media, dei mesi di gennaio e febbraio, è di 5 gradi mentre la massima di luglio-agosto di 45 gradi. Poche le precipitazioni.

Le pietanze caratteristiche delle Egadi comprendono piatti a base di Cuscus, e specialità connesse alla pesca come il Tonno marinato, il pesce spada arrostito e il lattume di tonno fritto. Conservati sono il tonno all'olio d'oliva, la bottarga e il tonno salato.
Le Egadi sono accessibili esclusivamente dal mare. Il porto più vicino e Trapani.


Storia:
Tracce di antichissimi insediamenti umani si hanno principalmente a Levanzo e in misura minore a Favignana. Si suppone che ciò avvenne a causa dell' ultima glaciazione che creò un passaggio naturale tra Africa e Sicilia.

Nel 241 a.C. i Romani conquistarono le isole dopo la battaglia navale finale della Prima Guerra Punica in cui Lutazio Catulo sbaragliò la flotta cartaginese. Dopo il crollo dell'impero romano le isole caddero in mano dei Vandali e dei Goti ed in seguito dei Saraceni.

Nel 1081 vennero occupate e fortificate dai Normanni. Seguirono poi il destino della Sicilia fino al XVI secolo in cui divennero proprietà dei Pallavicini-Rusconi di Genova e dal 1874 dei Florio che potenziarono le tonnare di Favignana.

Sicani, Siculi, Cumani
I Sicani vennero in Sicilia verso il 1200 a.C. La loro venuta fece cambiare la denominazione di Trinacria in Sicania e poi in Sicilia con la venuta dei Siculi dalla valle del Tevere. La leggenda narra che in quel periodo Ercole Tebano fondò nella valle del Lilibeo la città di Mozia ove lasciò una colonia Fenicia. Si pensa che questi Fenici presero dimora anche a Favignana (Katria). Molti anni dopo l'invasione del Siculi, l'isola venne occupata dai corsari di Cuma, ladri di mare; furono questi i primi Greci che posero piede in Sicilia e ne impedirono la venuta di altri popoli. Gli ateniesi nel 415 a.C. mandarono una poderosa flotta in Sicilia agli ordini di Nicio di Lamaco non tanto per proteggere Segesta contro le aggressioni di Selinunte e Siracusa, ma per la speranza di conquistare tutta l'isola. Essi combatterono con alterne vicende contro i Cumani, ma perché la Sicilia non venisse sottoposta ad una dominazione prepotente i siciliani chiamarono in aiuto i Cartaginesi.

Periodo Cartaginese
Periodo Cartaginese
I Cartaginesi verso l'anno 400 a.C. cominciarono l'invasione della Sicilia, interamente compiuta, fatta eccezione di Siracusa e Messina, capisaldi difesi dai Mamertini. E' assai probabile che i Cartaginesi siano venuti a formare anche una piccola colonia a Favignana, poiché essa, con Mozia, costituiva una specie di avanguardia della Sicilia. La disfatta dei Cartaginesi nella prima guerra punica (264-241 a.C.) lasciò un ricordo storico a Favignana. L'anno 250 a.C. il Senato cartaginese all'avviso dell'assedio del Lilibeo da parte dei Consoli C.A.Regolo e L.M.Vulso e gli sforzi del capitano Imileone per impedire ai romani l'ingresso in città, spedì soccorso di uomini e di frumento a mezzo di cinquanta navi al comando di Annibale. Questi diresse la flotta a Favignana e da questa isola a vele spiegate forzò il blocco del nemico che assediava il Lilibeo. Nel 246 a.C. la flotta cartaginese comandata da Annone era appostata presso l'isola di Hiera (Marettimo) per approfittare del vento e correre su Trapani per liberare l'esercito di Amilcare Barca bloccato sul monte Erice. In prossimità di Favignana la flotta cartaginese fu intercettata da quella romana e distrutta: la prima guerra punica ebbe fine con la pace conclusa nel 241 a.C. . Anche nella seconda guerra punica (219-201 a.C.) le acque di Favignana furono teatro di diverse battaglie e restò celebre il seno di Cala Rossa in Favignana per il ricovero offerto alle navi romane.
Roma Hotel Venezia Hotel Firenze Hotel Milano Hotel

Roma

Caput Mundi, città eterna, questi sono solo alcuni degli aggettivi che si sprecano, per questa città fatta di storia. Soggiorno consigliato da 3 a 5 giorni

Venezia

La città lagunare è una delle mete turistiche d'elite più famose e particolari del mondo. Romantica e raffinata ospita strutture ricettive di altissimo livello

Firenze

Città dell'arte per eccellenza., il miglior modo per visitare Firenze è lasciarsi trasportare senza fretta dal fascino e dalla bellezza delle sue opere. Consigliati 2 week-end

Milano

Considerata da tutti la capitale d'Italia per l'economia e gli affari, riserva altresì molti lati nascosti per il turista attento. Oltre 400 hotel.
egadicrociere.it - Copyright 2008